giovedì 25 dicembre 2008

il pelo più bello del mondo

Continua la battaglia delle foto, con gizzo che propone foto trash in risposta alle mie pseudo materne. ci tengo a precisare che quella foto della bambina mi piaceva per l'espressione, non perché io sia tipa da desktop con i cuccioli di cane con la carta igienica in bocca.

COMUNQUE, a sto giro come regalino di natale ecco la foto della mia gatta, preciso che è mia per fare leva sulla captazio benevoleantiae di leo.

la gatta con "il pelo più bello del mondo" (citazione del veterinario)
notare la preggeria di colori delle zampine posteriori.




















sabato 20 dicembre 2008

Cosà: Croce Rossa o Svizzerezza?

(con implicito riferimento agli attributi delle mucche, co-suggerito dagli abbinamenti di colòre...prima che mi si rompa perchè la croce qui è quella della crocerossa ebbasta)

Togliamo quella foto teribbile che ha rovinato il blog negli ultimi giorni...ma lasciando un contentino a darianzia, facendo leva sulla sua criptononpiùtantocriptolesbicità con questa raffinata immagine "sexy"-sanitaria-svizzerianzia-natalizia e chi più ne ha più ne metta, ma anche no...
Sappiamo che apprezzerà visto che si è guardata e riguardata con attenzione al dettaglio il tumnbrlrbrrbrbrb di Izy:)


martedì 9 dicembre 2008

così




venerdì 5 dicembre 2008

donne allo sbarro

Leo : davide dice che le tipe ballano bene

d a r i a : benissimo

d a r i a : anni di sbarra

Leo : "a"

d a r i a : sbarro?



giovedì 20 novembre 2008

CAPO nord

oggi ho ricevuto questa mail e alla faccia della privacy la ricopio paro-paro:


so che la pubblicità è satana.

ma parlano della mia mostra sul sito de "Le Monde" e non resisto

http://lunettesrouges.blog.lemonde.fr/




E' VITTO amico, compagno di classe e più volte di banco durante i cinque anni del liceo "Gancina". Si sapeva che era sveglio, ma questa va oltre le aspettative, l blog di Le Monde "les lunettes rouges" presenta il suo lavoro alla mostra "Sur les traces" (sulle tracce) dedicandogli molto più spazio rispetto agli altri 3 fotografi...
"Le plus intéressant est le travail de Vittorio Mortarotti, Focus-NordKapp, qui, quelques années après le décès de son père, suit les traces d’un voyage que celui-ci fit en 1963 au Cap Nord (il me semble me souvenir que Nos meilleures années évoquait aussi un voyage - inaccompli - au Cap Nord). De cette quête, Mortarotti ne montre ici que ses photos en noir et blanc; sur un livret (et sur le site indiqué ci-dessus) on voit aussi des photogrammes de son film, en couleur, qui accentuent la dimension ‘road movie’. Les quelques photos montrées ici sont par contre d’une grande sobriété; dans un lieu où la lumière est rare, elles sont grises, sombres, peu distinctes. Un lampadaire ou un phare troue parfois la brume, tout reste un peu flou, comme un souvenir estompé, comme une mémoire filiale en recherche d’identité."

anche i commenti sono tutti per lui : "...Ainsi, Vittorio Mortarotti est de loin le plus intéressant : son travail sur le cap Nord est tout à fait émouvant...."

ora un po' arrandom e con un pizzico di autoreferenzialità,
pubblico due foto che gli ho fatto all'ultima
cena di classe a giugno,
che gli erano tanto piaciute. Tanto le sue le potete già vedere sul suo sito.
Bravo vit :)

giovedì 6 novembre 2008

vizietti ciucciatori

Di cosa si tratta? Faccio un po' di sana autosputtanescion che alla fine -come dice gizzo- fa sempre odiens.

partiamo dal principio...non ho mai usato il ciuccio di gomma, perché mi faceva schifo, quindi bevevo dal biberon col ciuccio rigido con i tre buchini.

Però per rilassarmi e addormentarmi utilizzavo la mia lingua, ciucciandomela e tocchicciando una coperta, i due gesti sincronizzati. (mi sa che c'è un nesso tra le cose, difatti linus si ciuccia il dito mentre accarezza la coperta)


Pensavo fosse un gesto solo egocentricamente-mio, invece ho scoperto che altri bimbi lo fanno. I miei non mi hanno mai troppo rotto le palle con questo, anzi mi difendevano pure dalle zie che scherzavano la copertina (che nel contempo diventava una ragnatela). Una volta me ne hanno regalata una nuova, ma ovviamente non me ne è fregato niente. Quella era la copertina e guai.


L'altra sera ho teneramente fatto parte leo di questa mia abitudine, lui mi ha confidato di una sua molto simile e a tuttoggi presente, solo che io me lo sono tenuto per me, lui il minuto dopo aveva già pubblicato su internet.

L'espressione fortunata di "vizietti ciucciatori" deriva dal classico forumalfemminile in cui siamo incappati, eccone un estratto:

"osservare un bambino che, per addormentarsi o consolarsi, ciuccia la sua lingua anziché il pollice o la tettarella, non è così raro come si potrebbe pensare. (non sono l'unica)

Si tratta, come del resto per il dito, della persistenza di automatismi quasi arcaici, iniziati molto probabilmente già in utero visto che la funzione della suzione comincia addirittura verso, se non prima, la 14° settimana di vita intrauterina e che, ricalcando la suzione nutritiva del capezzolo o del biberon, infondono benessere e rilassamento anche oltre la funzione nutritiva
(piccini!)
Il loro mantenimento a oltranza può ostacolare la maturazione della corretta funzione masticatoria e di deglutizione di tipo adulto. Se questo non avviene, la masticazione ne può risentire, ma soprattutto, persistendo la suzione per periodi di tempo prolungati, si attivano eccessivamente, rinforzandosi e aumentando in tonicità, molti muscoli facciali situati attorno alle labbra e al mento e questa alterazione del tono muscolare si ripercuote sul corretto sviluppo delle arcate dentarie decidue e sulle ossa mascellari che si stanno sviluppando creando, a volte, la premessa per una malocclusione, quando non una vera deformità schelettrica. (ecco perché riesco a toccarmi il naso con la lingua)


Tutto ciò potrebbe tradursi anche in alcune difficoltà o difetti di pronuncia, ma il problema sarebbe lo stesso se la bimba, invece che la sua lingua, avesse il vizio del ciuccio per molte ore al giorno. Certo, il ciuccio si può togliere ed eliminare e la lingua no, però, se il vizietto è messo in atto di rado e ogni volta per breve tempo, il problema non dovrebbe sussistere, ma in caso contrario bisognerebbe inventarsi alcuni stratagemmi per distrarre la bimba proprio in quei momenti. (cheppalle già da piccoli)


Qualora dovesse persistere anche oltre il secondo anno, in realtà le conseguenze oggettive non sarebbero diverse da quanto può succedere a un bimbo che continua a succhiarsi il dito e non è perché ora ha il vizietto di succhiarsi la lingua che in futuro avrà un rischio maggiore di avere difetti di pronuncia rispetto ad altri bimbi con altri vizietti "ciucciatori".

mercoledì 5 novembre 2008

ugguali

inauguriamo la nuova era di una somiglianza alla settimana (o anche di più)




domenica 2 novembre 2008

saggio


« Quando qualcuno dice:
questo lo so fare anch'io,
vuol dire
che lo sa rifare
altrimenti
lo avrebbe già fatto prima. »

(Bruno Munari, Verbale scritto, 1992)

lunedì 27 ottobre 2008

a noi ci piacciono le protesi

Gira voce che in questo periodo Gizzo abbia problemi alle orecchie, quindi invece delle gocce che sta pigliando, propongo di indossare questo geniale oggetto: un paio di orecchie di pipistrello posticcie, messe a punto dal designer tedesco Matthias Rier.

Questi animali (in fossangelese "rata vuloira", ovvero "ratti volanti"), dispongono un sistema sonoro configurato per un ascolto frontale, le cuffie si rifanno a questo principio, con una sagoma protesa nella direzione della fonte di ascolto.
In effetti se proviamo a mettere i palmi dietro le orecchie aumentiamo la nostra capacità auditiva, catturando una maggiore quantità di onde sonore.
Perché non indossarle ogni giorno... son fatte con un unico pezzo di plastica quindi costano poco, semplici da usare, ma soprattutto rispecchiano in pieno il nostro stile esibizionista-accecante.

venerdì 17 ottobre 2008

Anteprima di un probabile nulla


Lo zar degli zarri è tornato (ma non pornato...me spiace eazye...) dalla Russia con l'aereo (e non con ammòre) in anteprima messianica di un post che non si sa se verrà, e per non rubare troppa attenzione ai devetani che mi sono perso in questi ggiorni, una foto nonsciallante di me al supermercato




sabato 11 ottobre 2008

che ani!

Se volete ridere moltissimo guardate questo sito, è il concorso per il sedere più bello del mondo lanciato dalla sloggi...l'italia vanta il numero più alto di iscritti, tanto per non smentirsi mai (n.d.r.)
Spero che possiate concentrare la vostra cattivezza come con il concorso di missi taglia, qui c'è ancora più materiale: donne e uomini senza pudore, schiaffati cone le panze contro i mobili in formica di casa a mostrare il deretano con la mano che solleva il gonnellino e abbozzando un'espressione intelligente.

Sollecito la vostra attenzione sulle mises ma soprattutto gli sfondi...

c'è la casalingua cosparsa di farina dappertutto...pure lì, la ragazzina che sale le scale con le foto dei parenti appese alle pareti, insomma un'infilata di pregerie, peccato solo che gizzo non sia qui tra nòi, sicuramente quella foto della fanciulla con tanga sopra il costume che entra in mare che tiene sul comodino avrebbe fatto la sua porca figura tra queste...

lunedì 6 ottobre 2008

LO ZAR DEGLI ZARRI

Non so quanto cambi visto quanto scrivo ultimamente (un ultimamente molto soggettivo che può significare mesi e mesi), ma ora me la batto per 10 giorni....a dopo il 16!!!

martedì 30 settembre 2008

IL CAPO DEI CAPI

mentre voi fate dialoghi senza senso vi dico solo questo...torno da un convegno di due giorni e scopro che....

BENEDETTA MAZZA mi ha aggiunto ai suoi amici su facebook:)

mercoledì 17 settembre 2008

calendaria

dato che questo é un anno trisestile, per non farvi perdere d'occhio i giorni che passano, e soprattutto perché settembre é un mese importante, ecco un bel calendarietto giubbato a questo blog di amici di amici

domenica 14 settembre 2008

mobilitati per una benedetta mazza

La Mazza Benedetta non ce l'ha fatta!

Tanto rumore per nulla, ha vinto una che non è manco riuscita a attirare la nostra cattivezza nella sfilza di commenti del "100 fazze, una razza".

ma LEI è comunque arrivata tra le prime cinque, e "secondo mio parere che peraltro pienamente condivido" (cit.) avrebbe pure potuto vincere, tutto sommato è pittosto fica. Anche se chiavaux continua a dire che sembra un lottatore di sumo.
Ma dato che il genere "Bella ma scema" stuzzica la nostra crudeltà, sono andata a pescare questo video. che potremmo intitolare "la fiera delle banalità", (ancora grazie che non abbia detto: "io sono per la sòlidarietà"). Però alla fine riesce a mettere in fila due frasi di senso compiuto, anche se non sappiamo quante volte hanno ripetuto l'intervista.

be 'in ogni caso, CICCIA. ha vinto un'altra. E noi tutti ci siamo mobilitati per una benedetta mazza.

giovedì 11 settembre 2008

Con la MAZZA BENEDETTA alla ricerca del santo graal: che poi si scopre che è una vaggina...



Non voglio parlare di codici di libri pacco. Ma di un evento creativo che è partito dal calterone del nostro bloggo - con daria catalizzatora della cattivezza estetica e Izy istigaTORO di crociate che ha colto le palle al balzo come un castratore di gazzelle iniziando questa iniziativa (per l'appunto) - per diffondersi a macchia di sugo al pomodoro sulla bloggosfera..

Un po' come i cavalieri alla ricerca del graal noi invece andiamo alla diffusione della mazza benedetta

QUINDI INNEGGIAMO:

MAZZA BENEDETTA MISS ITAGLIA anzi "MISSI TAGLIA" 44

La foto di lei non la metto che tanto ci interessa solo il nome

mercoledì 10 settembre 2008

100 fazze, una razza


chi ha la fazza più bella? io ho votato per la 39...

poi dei corpi ce ne freghiamo

giovedì 28 agosto 2008

martedì 29 luglio 2008

"Voi sarete i Beatles, con la A!"

Da quattro giorni sono in loop Beatles, ogni tot mi capita, basta che mi rimetta ad ascoltare un disco intero, o anche solo una canzone e ecco che mi riparte una specie di autismo per cui mi cerco su wikipedia la storia che dietro l’uscita di una determinata canzone, le lyrics, poi vado a cercare i termini che non capisco…questa volta anche peggio, mi sono sparata due serate di fila al concerto di una tribute band dei fab four, gli Afterbeat, una delle più famose, in realtà pare che la più famosa sia un’altra (che non ritrovo più), in ogni caso ascoltandoli su youtube ho stabilito che sono decisamente meglio quelli che ho ascoltato io: accento di Liverpool, stessi strumenti (cambiati diverse volte durante il concerto), stessi amplificatori, stesse mises, anche lì, cambiate diverse volte, stesso look, stessi gesti con le capoccie mentre suonavano, stesse espressioni, stessi tagli di capelli, ma soprattutto stesse voci e interpretazioni…io che ho ascoltati i dischi cento volte so di cosa parlo…ugguali ugguali.

Lo so che è solo una tribute band, ma erano talmente identici (soprattutto da lontano e senza occhiali) che ero ad tale livello di presobenismo, roba da ballare e soprattutto cantarle tutte-tutte, che due o tre persone sono venute a dirmi: vous aimez les Beatles!? con quella pronuncia “fucking french” (cit.) che hanno solo loro.
Grande soddisfazione personale è stato vedere, verso fine concerto, gente di tutte le età ballare, una coppia di sessantenni lanciati in balli sfrenaterrimi...


Well, shake it up, baby, now, Twist and shout
C'mon c'mon, c'mon, c'mon, baby, now!
(alla faccia che i Beatles fanno solo "Muovicchiare")

Ovviamente il giorno dopo sono partita con i postumi, un po’ a riguardarmi i video: un po’ a leggermi i vari aneddoti…questa volta ho raccolto una chicchella: perché hanno deciso di chiamarsi Beatles? “Fu John a scegliere il nome The Beatles, dopo aver sognato un uomo che sopra una torta fiammeggiante gli diceva: Voi sarete i Beatles, con la A!"

Per concludere con un pizzichino di autoreferenzialità che ci-piace-tanto al nostro EazyE, alla fine del concerto una tipa si avvicina a me e mi dice: “are you the girfriend of the singer?”
E io, stupita, invece di dire “no/magari” le rispondo : “which one?”
intanto ovviamente un pochino mi illuminavo a pensare per quale motivo l'avesse detto, ma lei ha solo spiegato che è stata una sua impressione, senza dilungarsi in dettagli...
massì, let it be, con la A.

sabato 19 luglio 2008

Aut Aut ov ueiv: scazzo o pathos esistenziale?

d a r i a: guarda cosa ho scritto nella mail a paola
d a r i a: ora è una bellissima giornata di sole, ma forse fin troppo e non ho voglia di scendere al mare.
d a r i a: che ssto addì?
Leo: preggio invece
d a r i a: ma che so scema?
Leo: c'è pathos esistenziale dentro
d a r i a : DICI?
Leo : secondo me sì, di quello pulito non morboso
d a r i a : solo scazzo
d a r i a: allora la lascio, stavo per correggerla
Leo: però va bene anche scazzo se preferisci la parola
d a r i a: scazzo=pathos esistenziale?
d a r i a: chiedo a te che sei un filosofo della scienza bla bla bla
Leo: (diciamo che pathos esistenziale e scazzo spesso si confondono)
d a r i a: vero? anche secondo me
d a r i a: potremmo continuare sulla scia
d a r i a: con un nuovo post sul pathos esistenziale=scazzo
d a r i a: alla fine ai nostri lettori piace riflettere
d a r i a: hanno tutti un'anonima sequestri dentro

mercoledì 16 luglio 2008

che trittico!

Tocca a me fare il primo vero post filoso-fico, se aspettiamo gizzo, "un filosofo della scienza con du' cosi cosi'" possiamo diventare vecchi.

dato che oggi una nostra amica innopinabile si é laureata in filolsofia, in onore suo vi riporto il trittico di GORGIA.

ho scelto lui perché é uno dei pochi che a quanto pare é riuscito a divertirsi durante la sua vita e non l'ha impiegata tutta quanta a riflettere.

Andiamo col trittico:

1. Nulla c'è.
2. Se anche qualcosa ci fosse, non sarebbe conoscibile.
3. Se anche qualcosa fosse conoscibile, non sarebbe comunicabile agli altri.

pensare che c'é qualcuna che dice che la filosofia non serve a niente... non io per carità, a me sta troppo simpa Gorgia.

martedì 15 luglio 2008

patatas bravas

(episodio di raffineria romana a Barcellona)

d a r i a: che poi sono solo patate al forno con maionese e robina piccante
Leo: la maionese è quella agliosa megasaporita, ciusto?
Leo. cacchio che voglia di patate....aaaaaaah
Leo (che ha pure un po' doppio senso...citando gli itagliani in ispiaggia)
d a r i a: glitagliani
Leo: dei capi
Leo: maestri di raffinatezza
d a r i a: la patata è quella!
d a r i a: dopo un po' di tentativi con pussy che le spagnole non capivano
d a r i a: questi fanno: è quella!
Leo: che sono un po' provinciali le ispagnole
d a r i a: io mi giro per vedere se potevo davvero hallucinare fino in fondo
d a r i a: ed ho hallucinato fino in fondo
Leo : indicavano le loro vagggggggggine?
d a r i a: indichiamo col dito!
d a r i a: una della due
d a r i a: sìììììììììììììì
Leo: p a i u r a !

mercoledì 9 luglio 2008

E' propio una vita de.....

Oggi ho interrogato 60 studenti...aggratis....dalle nove de mattina alle 8 de sera...facendomi pure sgridare perché davo voti bassissimi alle tipe fiche ("belle ma sceme!")

Requie chi?

Continuo a stupirmi, anche se ormai non ha più senso, del latinorum dei nostri giuovani. Dico io, se non lo sai, lassa sta, invece c’è chi non si ferma di fronte a niente...

Oggi via mail mi arriva questa perla :

REQUIE ME TERNA DONA INS DOMINI LUCE ETERNA LUCE A TEIS …

Nonostante non abbia (nemmeno io) studiato lettere antiche, ho provato per curiosità a decifrare, ma sta “requie me terna” mi suonava un po’ rosario delle vecchiette alla chiesetta di S. Antonio Baligio, per non parlare di « ins domini » o « luce a teis »

E difatti da una piccola ricerchina su google la versione pare sia
«Requiem aeternam dona eis, Domine: et lux perpetua luceat eis”

giovedì 26 giugno 2008

Una perla di saggezza sull'evoluzione biologgica...da south park


“In the beginning we were all fish okay? swimming around in the water. then one day a couple of fish had a retard baby, and the retard baby was different so it got to live. So retard fish goes on to make more retard babies. And then one day a retard baby fish crawled out of the ocean with its mutant fish hands, and it had but sex with a squirrel or something and made this... retard frog squirrel. And then that had a retard baby, which was a monkey fish frog, and then this monkey fish frog had but sex with that monkey and that monkey had a mutant retard baby and screwed another monkey and that made you. So there you go you are the retarded offspring of 5 monkeys having butt sex with a fish squirrel. Congratulations.”

-Mr./Ms. Garrison

martedì 24 giugno 2008

In tema de calcio...con du cosi così

Una supermegachicchella calcistica dei monty pythons!





tra l'altro se non sono di pessimo umore io gioco davvero così (a parte i momenti in cui chiudo l'avversario all'angolo e lo riempio di calci, ma quello solo in palestra contro i muri...come eazye si ricorderà)

venerdì 20 giugno 2008

Noi itagliani siamo i più fichi...Ignazio docet!


non servono parole...(e una fanciulla fossangelese lo ha pure rifiutato!! anche se sappiamo che si sta mangiando le mani...)


mercoledì 18 giugno 2008

virgola suca

"la Francia non sopporta di essere battuta a calcio, soprattutto dall'Italia."

martedì 10 giugno 2008

teneranzia australiana

Questa é l'ultima riga della letterina di arrivederci che mi ha lasciato oggi l'australiano divanizzatore. insieme a un mazzolino di fiori in un portauovo giallo...

"...don't get too upset if Italy doesn't win EURO 2008. After all you are the World Champions, isn't that enough? :) "

(saggio come sempre)

giovedì 5 giugno 2008

il coinquilino etrusco

da domenica io e il mio pregiaterrimo coinquilino di blog gizzo abitiamo a 300 metri di distanza e non siamo ancora incrociati. 4 Giorni!
é mai possibile? oltretutto pure chiavo' é qui tra noi, esattamente in centro tra me e gizzo, ed ha l'ha intravisto solo una volta.

vabbé che sei "un filosofo della scienza con du' cosi cosi'" (ndr) ma ora che hai "capeggiato" alla conferenza di nizza potresti anche renderti disponibile per noi fimmine fossangelesi o no?


(alla faccia di "non fate gli etruschi" )

PS: immagine trovata con chiave di ricerca "filosofo scienza"


martedì 3 giugno 2008

se l'ho anno

ecco la mail di lavoro che ho ricevuto oggi:

"...fammi sapere entro oggi alle 16/17 il modello che puo' interessare (meglio 2 o 3 opzioni) in modo che passo per vedere se l'ho anno..."

P A I U R A

giovedì 29 maggio 2008

Parliamo nuovamente di frutta...un quesito...

Se limonare vuol dire limonare (e voi direte "e allòra"? ....oppure non direte proprio niente visto che questa mezza frase non vuol dire molto)....

.....fragolare cosa potrebbe significare?

venerdì 23 maggio 2008

Ne aggiungo un'altra...molto più preggio


Qui aggiungo arrandom una citazio giuntami da Ignazio...in arte davidego...o viceverza:


"Se non ci fossero le donne...bisognerebbe gonfiarle"

riflettete...

la citazione còlta


"a volte è meglio stare in silenzio e passare per idioti che aprire bocca e togliere ogni dubbio"


L.Simpson

(o Lisa S.)

sabato 3 maggio 2008

Le Donne più fiche..

Nei giorni scorsi le tònne di fossano di sono vantate di essere le più belle d'italia...per partito preso. Non si vogliono esprimere pareri sulla loro effettiva bellezza quanto piuttosto criticare la forma del proclama...hanno deciso tutto loro, un po' di conflitto di interessi, o "un professore" (tipico argomento ad autoritas che non dimostra nulla).

Ma io vi sfido a confrontarvi con le donne spaziali, che sanno guidare astronavi e soprattutto hanno dei superpoteri speciali (anche daria ha il superpotere delle coste bollite, questo va ammesso...)

Quindi....

....VOI CHE FATE TANTO LE FICHE, SIETE CAPACI DI FARE QUEI NUMERI CON LE TETTE?

(che è una reinterpretazione del motto della famosa pubblicità delle caramelle gommose: Hey sei proprio bravo, ma riesci succhiare una fruit-joy senza masticarla?)



martedì 29 aprile 2008

fantasma di fossano

Chiavò: Sai che c’è un fantasma nel castello di Fossano???

Surella: l'hanno detto a voyager?!?

Chiavò: no, sulla stampa di domenica

Surella: e chi mi rimarrebbe?
...almeno e' un fantasma con un po' di storia o uno sfigato che non sapeva che fare e ha pensato di infestarci il castello?

Chiavò: una donna del 400, almeno cosi’ ha detto mamma, l’hanno vista camminare di giorno. Ora quei pazzi (venuti da genova, notare) vogliono filmarla di notte

Surella: 1°-una donna del 400....come cazzo fanno a sapere di che epoca e' se l'hanno solo vista camminare e x di piu' di giorno? Beppe le ha chiesto le generalita'???
2°-Chi sono quelli di genova che non paghi dei loro trapassati vengono a studiarsi anche i nostri???
3°-chi l'ha vista camminare e dove??? ....no xche' io non mi fido degli obiettori che vanno a farsi le canne sulle torri e poi vedono la gente morta....


Una sagoma di donna, con il braccio teso in avanti. Sembra che cammini. E’ una dama con l’abito lungo. Forse quello del Cinquecento che indossava Bona di Savoia, la cui anima si dice vaghi da secoli nelle sale e nei camminamenti di ronda del castello degli Acaja. Il suo profilo rimane impresso in uno dei fotogrammi scattati dalla macchina di Marco Coseri, Luca Ebanucci, Giorgio Rinolfi e Salvatore Coco. I quattro giovani savonesi che hanno creato il Gruppo ricerca fenomeni paranormali. Ieri mattina hanno visitato, «armati» con le loro apparecchiature altamente tecnologiche, l’antico maniero di Fossano, ricco di storia e di leggende. Proprio come quella della duchessa vedova Sforza. Dopo il benvenuto di Gianni Menardi, dirigente del dipartimento Cultura del Comune, ad accompagnare i «quattro» del Grfp nel sopralluogo, lungo il labirinto di stanze, corridoi e scale, è Silvia Manfredi, responsabile del servizio turistico. Giorgio, videoperatore, ha il compito di analizzare i filmati e i movimenti nelle inquadrature. Salvatore esegue i rilievi con il termoigrometro: una «macchinetta» che segnala le variazioni di temperatura e umidità. Spiega: «Freddo o caldo non corrispondono a presenze negative o positive. Dipende dal fatto che assorbano o meno energia dall’esterno, dalle persone, dalle apparecchiature». E racconta «di quando si sono scaricate all’improvviso le batterie di una videocamera o la macchina fotografica ha preso a scattare rapidamente senza motivo». Marco è il «mago» delle foto a infrarossi, mentre Luca si è specializzato con la riprese al buio. Quelle che richiedono un apparecchio con una modifica speciale. «L’abbiamo richiesta in un laboratorio - spiegano -. Si tratta di intervenire sui vetrini, per far sì che al buio ci sia la resa migliore. Una tecnologia simile a quella dei visori notturni per i militari». Di notte c’è la situazione ambientale migliore, così come nelle zone del castello meno «intaccate» dalla modernità. Così la biblioteca, prima tappa della visita, non fornisce particolari spunti («Troppo metallo e scaffali»), anche se conserva travi del 1400 e ha ospitato il ballo in maschera del Carnevale 1696. Va meglio salendo la scala a chiocciola della torre, verso la sala delle Grottesche, con il soffitto affrescato: in un angolo si rileva il «freddo», ma le foto non evidenziano nulla. Neanche intorno all’antico mobile per il trasporto delle reliquie dei santi. La sorpresa c’è in uno dei camminamenti di ronda. Alla base di una delle «chiocciole» per la torre il termoigrometro schizza da 0,5 a 6,9. E sui mattoni la macchina fotografica «immortala» una sorta di volto umano («Figura maschile»). Così come accade, pochi metri dopo, contro un’anta della finestrella che dà nel sottotetto. La particolarità? «La macchina scatta ogni 4 millesimi di secondo - spiega il Grfp -. Il fotogramma subito prima non mostra nulla, quello subito dopo neppure». Ancora nel camminamento, la foto «migliore»: raffigura la sagoma femminile intera, con il braccio teso, che si staglia contro il trave. Due spiriti? Bona di Savoia? E il misterioso nobile che, secondo una terzina di Nostradamus, forse sarebbe stato ucciso nel maniero? Le presenze che, a quanto si racconta, avrebbe già percepito una «medium»? I giovani «cacciatori di fantasmi» non rispondono. «Dobbiamo studiare le immagini», spiegano. La visita di ieri li ha lasciati soddisfatti, ma al castello di Fossano torneranno ancora, a metà maggio, di notte. Lo conferma Gianni Menardi, il dirigente del Comune: «Faranno prove con altre attrezzature e microfoni».

domenica 20 aprile 2008

Collegandoci ad un post di Brugo..


...che ha suscitato ilarità e discussione (e streap) sul personaggio sgrauso di fibra....postiamo il video di una sua ex fidanzata (di fibra non di brugo), reppettara e ripetitiva come lui ma anche abbastanza inacidita. Lei lo sfotte alla grande; sarà come sparare sulla croce rossa? beh sì...però s'ha da vedere

metto il link perchè su youtube per questo video hanno disabilitato la funzione embed:

http://www.youtube.com/watch?v=RmL5d6Anwtc

Qui invece la risposta di lui...che cerca di fare il figo...ma proprio non ce la fa...sa solo ripetere le stesse frasi in stile "quanti anni me dai"



(il primo dei commenti su youtube è "fibra ritirati"...espressione lapiDaria ma penso colga in pieno il pensiero di chi non ha "un solo neurone che gli gira attorno e lo distrae" ma è in grado di cogliere la sgrausezza del personaggio)

mercoledì 16 aprile 2008

Ripornato da Erice



Eccomi in versione seria...paiura! (ma ogni tanto va ricordato questo lato oscuro)







martedì 8 aprile 2008

Qui facciamo le cose per pene: AUGURI CHIAVO'!!

Mi sono appena alzato... ed onòro immediatamembro una delle nostre più assidue frequentatrici (o bordellatrici) di cui abbiamo apprezzato le doti di animatrice delle serate boliensi nonché il grande preggio di stare allo ischerzo!...e di magnetizzare uomini mediterronei dalla folta chioma riccia...

BUON COMPLEANNO!!!!

lunedì 7 aprile 2008

"Noli me tangere"

voglio farvi parte di questa bellissima scenetta in cui si è prodotto mio padre qualche giorno fa.

La scorsa settimana era in gita a Roma con la sua classe (Liceo Artistico di Alba), mostra di Sebastiano del Piombo a Palazzo Venezia. tutti quanti sono collegati con il telefono alla ragazza che fa da guida, sta di fatto che tutti sentono quello che lei dice (evidentemente così lei evita di parlare a voce troppo alta, cosa che può infastidire durante le visite alle mostre)

Passano davanti all’opera “Noli me tangere”, episodio in cui Gesù rivolge questa frase a Maria Maddalena, mio padre subito non ricorda la scena e quindi trovatosi solo in una stanzetta buia con la guida le chiede: "Ma questo Noli me tangere cos’era già?"
E lei: "non mi toccare", poi si rende conto che tutti ascoltano e quindi stacca il telefono
Lui: "ma si, lo so cosa vuol dire, solo non ricordo la scena"
Allora lei glie la racconta…

Sta di fatto che tutti i ragazzi sentono che la ragazza dice a mio papà “non mi toccare” quindi pensano quello che è ovvio pensare.

Dopo qualche ora in cui ovviamente tutti sono Hallucinati, un accompagnatore degli studenti va da mio papà e gli dice: “corre voce che la guida ti abbia detto “non mi toccare”! cosa hai combinato?”
Lui: "va be’…ho provato a toccarle il culo, poi lei mi ha detto non mi toccare, e allora ho lasciato perdere"

Il tipo rimane senza parole, i ragazzi attorno di struzzo…perché ovviamente l’attenzione di tutti era concentrata su questa scena…
Poi l’accompagnatore lo guarda proprio con disdegno come per dire “ ma che figura ci fai fare davanti agli studenti” e allora mio padre spiega finalmente che Noli me tangere significa non mi toccare in latino, e che lui ha semplicemente chiesto alla guida di spiegargli il pezzo del vangelo. Quindi tutti avevano fatto finta di capire, ma nessuno aveva capito una mazza, sia per la frase, perché al liceo artistico non fanno latino, sia perché nessuno conosceva la scena…

(Commento di mio padre: "ma sì...glie l’ho fatta credere ancora 5 minuti...")

venerdì 4 aprile 2008

Un dramma cognitivo

.
.



.
Come qualcuno saprà, adDaria sembra si sia rotto il pc. Voi direte "e allòra? cazzi sua". Invece NO! è un dramma cognitivo...
.
.

Come a dottor casa servono i suoi collaboratori per fare l'analisi differenziale, così io necessito di sparare cacate (e genialate) con la mia coinquilizia al fine di stimolare il mio cerbello e produrre qualcosa di sensato per la mia attivià di filosofo della scienza "con du cosi così" vivendo con allegrezza e leggiadria il pathos della conoscenza.

.
.
.
.
Infatti alla fine la presentazione della tesi per la discussione l'ho preparata mentre a unizono virtuale scrivevamo il nostro post di "arte contemporanea" e cazzeggiavamo allegramembro...







.
Altrimembri sono guai. Se non sfogo il mio lato zuzzurellone sono più lento e mi annoio a morte...e ciò si manifesta con una qualità inferiore in quello che produco.


.
Oppure perdo gran parte del tempo in pensieri impuri e broccolaggi surreali con la mia solita fauna femminile ritrovandomi a dover far tutto all'ultimo minuto peggio del solito.



.
.
.
Quindi vedi de risolve' sto probblema per il pene della (sub)cultura
.


(impagginato peggio che dalla bertuccia epilettica)